Cambio euro-dollaro: rotto supporto a 1,11. Cosa succede ora?